Il recupero del cucciolo ispira la legge anti-abuso

New York può iniziare il nuovo anno voltando pagina quando si tratta delle loro leggi sulla crudeltà sugli animali. Lo stato sta valutando una nuova legge che inasprirebbe le pene per gli autori di abusi sugli animali.

I legislatori chiamano la legislazione 'Legge di Phoenix' in onore di a Jack Russell Terrier che è stato salvato a metà ottobre dopo che due adolescenti, il diciassettenne Diondre Brown e il diciannovenne Adell Ziegler, presumibilmente hanno appeso il cucciolo di 16 settimane a un albero e gli hanno dato fuoco. Brown ha ammesso di aver prestato servizio come vedetta mentre Ziegler ha eseguito l'atto mostruoso.



I vigili del fuoco si sono precipitati a Phoenix al Buffalo Small Animal Hospital dopo che Mary Baldwin, residente di Buffalo e testimone inorridita, ha contattato freneticamente le autorità per riferire ciò che aveva visto.



'Non lo dimenticherò mai e poi mai, finché vivrò,' disse Baldwin a WIVB. 'No, non lo farò. Non lo farò mai. '

La dottoressa Rebecca Wagner, la veterinaria che ha curato le ferite di Phoenix, ritiene che nell'attacco sia stato utilizzato un accelerante come il fluido più leggero.



'Aveva un odore e un odore', ha spiegato Wagner. 'E il cane è stato bruciato davvero dalla testa ai piedi.'

Con ustioni di terzo grado che coprivano quasi la metà del suo corpo, il caso di Phoenix è stato uno dei peggiori che Wagner abbia mai visto nella sua carriera. I suoi occhi erano gonfi, chiusi, i suoi capelli quasi completamente bruciati e le sue orecchie sono ancora increspate e sfregiate dalle fiamme.

Gli atti di abuso che Phoenix ha dovuto sopportare sono stati così atroci che anche gli agenti delle forze dell'ordine più esperti riuscivano a malapena a trovare le parole.



'Nessuna rima, nessun motivo', ha detto il commissario di polizia di Buffalo Daniel Derenda degli orribili crimini contro il giovane cucciolo. 'Spregevole, è così che lo descrivo.'

Dopo una serie di innesti cutanei, interventi chirurgici ricostruttivi e molte cure amorevoli, Phoenix ora sta andando bene. Ma coloro che hanno sentito parlare della sua triste storia sono determinati a prevenire simili atti di crudeltà contro gli animali in futuro.

Il membro dell'Assemblea Sean Ryan (D-144) e i suoi elettori sono rimasti inorriditi quando hanno sentito la storia di Phoenix. La ricerca mostra che New York ne ha 38thsu 50 stati quando si tratta di leggi che scoraggiano i crimini contro gli animali.

'Il pubblico vuole vedere qualcosa fatto', dice Ryan a WKBW, 'e la legge di New York è semplicemente antiquata. Non l'abbiamo aggiornato e siamo rimasti indietro '.

Determinato a cambiare le statistiche e salvare le vite dei compagni animali nell'Empire State, il membro dell'Assemblea Ryan sta promuovendo pene più severe per coloro che sono stati condannati per abusi sugli animali. La 'Legge di Phoenix' aumenterebbe le pene detentive da due a quattro anni e le multe imposte dal tribunale da $ 5.000 a $ 10.000, sostanzialmente raddoppiando le attuali pene per le persone condannate per crimini crudeltà verso gli animali.

'Leggi come questa hanno dimostrato di essere un deterrente', dice Ryan, 'ed è per questo che i gruppi nazionali di animali si stanno concentrando su questo. Classificano New York così in basso perché la legge attuale è priva di deterrenza '.

La nuova legge richiederebbe anche che i minori condannati per abusi sugli animali siano sottoposti a valutazione e trattamento psicologico,The Buffalo Newsrapporti.

'Speriamo che, proprio come Phoenix risorge dalle ceneri, possiamo avere qualcosa di positivo che può venire fuori da questo atto atroce', ha dichiarato il membro dell'Assemblea Ryan durante un raduno presso il City of Buffalo Animal Shelter.

Si prevede che il legislatore si riunisca a gennaio per mettere ai voti la 'Legge di Phoenix'. Se desideri dimostrare il tuo sostegno, considera la possibilità di firmare la petizione 'Phoenix's Law', che ha già ottenuto oltre 10.000 firme da difensori degli animali in tutta la nazione e in tutto il mondo.

Fonti: BuffaloNews.com, WKBW.com, WIVB.com, Examiner.com