Perché sperimentare sugli animali non sarà mai una ricetta per il vero benessere

di Michael Mountain

Fondatore, Best Friends Animal Society, Zoe e The Stubby Dog Project

Ho visto per la prima volta l'interno di un laboratorio di vivisezione nel 1971. Era fuori Washington DC, e ci sono andato con un amico una domenica sera d'estate.



Abbiamo scavalcato il recinto e abbiamo trovato una finestra aperta. Non abbiamo toccato niente o nessuno degli animali, ma quello che abbiamo visto dentro era tutto ciò che avresti potuto immaginare da un brutto film su scienziati pazzi che fanno strani esperimenti. L'immagine che ancora mi perseguita era quella delle file e delle file di gabbie di vetro, ciascuna con una scimmia legata a una sedia e con fili conficcati nella testa.



Non so cosa stessero testando su quegli animali indifesi, da quanto tempo erano lì o quale sarebbe stato il loro destino. So solo che ho lasciato quel posto terribile con la visione inalterabile che quello che stava succedendo era semplicemente sbagliato, sbagliato, sbagliato. Niente potrà mai giustificarlo. Come potrebbe commettere tali crimini contro la natura - indipendentemente da qualsiasi presunta 'cura' che potrebbe derivarne - forse essere un bene per chiunque?

Più tardi ho imparato questo alla base di tutto moralità e l'etica è la semplice regola d'oro che ci dice di trattare tutti gli esseri viventi come vorremmo essere trattati noi stessi. Questo insegnamento di base è al centro di tutte le grandi religioni e filosofie del mondo ed è stato tramandato di generazione in generazione per migliaia di anni.



Fondamentalmente, la regola d'oro ci dice che 'come seminiamo, così raccogliamo', nel senso che qualunque cosa facciamo agli altri, la stiamo facendo fondamentalmente a noi stessi. Per me, questo è l'Assoluto, il principio di base che governa le nostre vite.

Nessuno di noi arriva mai al punto di vivere totalmente secondo questa legge universale. Ma una volta che inizia ad affondare e inizi ad applicarlo, non puoi fare a meno di avere un'idea migliore di ciò che è nel tuo interesse personale. Potresti non diventare un santo, ma inizi a vedere alcuni dei tanti modi in cui 'ciò che va in giro torna'. Chiamala illuminazione o autocoscienza o come preferisci ... Funziona.

Esperti di scienza e biomedicina possono discutere se sottoporre o meno topi e scimmie a questo o quel crudele esperimento produrrà una cura per questo o quel disturbo. Ma l'idea che 'come diamo, così dovremmo ricevere' suggerisce che trattare male gli altri animali non può portare a un mondo più sano e più felice per nessuno di noi.



Mark Twain ha riassunto tutto nel suo modo tipicamente semplice:

'Credo di non essere interessato a sapere se la vivisezione produce risultati redditizi per la razza umana o no. Sapere che i risultati sono redditizi per la gara non toglierebbe la mia ostilità nei suoi confronti. Il dolore che infligge agli animali privi di consenso è la base della mia inimicizia nei suoi confronti, ed è per me una giustificazione sufficiente dell'inimicizia senza guardare oltre. '

La mia convinzione è che qualsiasi società che basa la salute dei suoi cittadini su un fondamento di crudeltà e miseria verso gli altri non può essere in definitiva sana. Le cure che produce tenderanno ad essere fugaci e illusorie, piuttosto che una vera ricetta per la vera salute e vitalità.

Estendere quello che Albert Einstein chiamava il nostro 'cerchio della compassione' per includere altri animali il più possibile non produrrà automaticamente miracoli medici domani. Ma sicuramente ci metterà sulla strada per uno stile di vita più sano e appagato di quanto avremmo mai pensato possibile.

Questo articolo è apparso per la prima volta qui su zoenature.org.


Michael Mountain è uno dei fondatori della Best Friends Animal Society, il più grande santuario degli animali della nazione e uno dei pionieri del movimento no-kill per gli animali domestici senza casa. In qualità di presidente di Best Friends ed editore della rivista Best Friends, ha contribuito a creare programmi di adozione dal basso e di sterilizzazione / neutralità in tutto il paese prima di dimettersi nel 2008. Attualmente è editore e co-fondatore di Zoe - una nuova rivista online per le persone che hanno a cuore gli animali, la natura e l'ambiente - e il co-fondatore di StubbyDog, che sta lavorando per cambiare la percezione del pubblico di Pitbull .